Grooming è un termine racchiude tutte quelle attività necessarie per mantenere l’animale pulito ed in salute. In realtà, però, questa parola rappresenta molto di più per chi ama i cavalli, perché significa prendersi cura del proprio amico e compagno con amore e dedizione. Significa coccolarlo e rassicurarlo, creare un legame di fiducia, familiarità e conoscenza reciproca.
Strigliare il cavallo prima dell’allenamento o anche solo di una passeggiata permette di verificare che sia in salute, preparandolo anche psicologicamente alle attività seguenti.
Se questa fase può essere relativamente veloce, è invece fondamentale dedicarsi con calma e pazienza alla pulizia serale, che dovrà essere molto scrupolosa.

Strumenti per il grooming del cavallo

Gli strumenti base strumenti per la pulizia del cavallo sono:

  • Stecca, o un coltello da sudore, da passare sul manto del cavallo dopo il lavoro per asciugarlo.
  • Striglia, una spazzola in metallo o plastica da passare energicamente sulle parti molli del cavallo, così da eliminare parte dello sporco e stimolare il microcircolo sanguigno e la produzione di sebo. la striglia non va mai passata su testa, organi genitali e zampe.
  • Brusca, una spazzola di crini o setole di cinghiale che serve ad eliminare pelle morta e sporco sollevati dalla striglia. Con questa spazzola si possono passare le parti superiori delle zampe.
  • Spazzola morbida da passare delicatamente anche su testa e zampe per eliminare la polvere e ridistribuire il sebo sulla pelle del cavallo.
  • Spugne umide per pulire occhi, naso e bocca. Un’altra spugna va utilizzata esclusivamente per detergere l’are dei genitali.
  • Pettini per pulire criniera e coda, vanno passati con grande delicatezza e, preferibilmente, dopo aver distribuito del balsamo per ammorbidire e districare il pelo.
  • Curasnette, chiamato anche nettapiedi, un gancio in metallo con cui elinare sporco e fango della suola e del fettone.
  • Pennello e grasso per idratare e lucidare gli zoccoli.

E’ fondamentale che ogni cavallo abbia il suo personale set per il grooming, per evitare la diffusione di funghi e malattie della pelle.

Docce e docciature

Il cavallo va lavato raramente, perché l’acqua saponata elimina troppo profondamente il sebo che protegge la pelle dell’animale. E’ fondamentale utilizzare detergenti appositi, eliminare la maggior parte dell’acqua con la stecca e farlo passeggiare, coperto o meno a seconda della temperatura, finché non sarà completamente asciutto.
D’estate, al contrario, le docciature alle zampe aiutano il cavallo a rinfrescarsi dopo il lavoro.